contatore gratis

Articoli

Archivio articoli

UNA DOPPIA VITTORIA

di Raffaele Morese

Hollande ha vinto per la Francia e per l'Europa. I francesi non ne potevano più di Sarkozy  se, sulla base dell'affluenza alle urna ( ma gli analisti del voto ci diranno con più precisione come sono andati i flussi di voto), finanche una parte dei voti andati alla Le pen nel primo turno, sono passati all'attuale Presidente. L'affannosa corsa a destra di SarKozy non è stata fortunata e l'inciampo si è rivelato fatale. Ha proprio ragione ad assumersi tutte le responsabilità e a farsi da parte. Hollande ha promesso di non essere subordinato a nessuno (ha attaccatro tanto la Bce che la Merkel) e i francesi gli hanno dato credito.

Proprio per questo, è anche una vittoria per l'Europa. Il duopolio Germania Francia non è piaciuto ai francesi figuriamoci al resto degli europei. Un Hollande europeista serve per rilanciare una propspettiva piuttosto appannata. Se riesce a favorire la tesi che ci si salva tutti assieme e non ciascuno per sé, persino i sospettosi tedeschi si daranno da fare per trovare le giuste soluzioni per il rilancio della cooperazione europea.

L'Italia deve essere grata ai francesi per aver fatto questa scelta. Può sperare un po' di più che il rigore si possa coniugare davvero con la crescita, che l'Europa è un'idea egualitaria e non bimonarchica, che i mercati devono avere nella politica un'interlocutore con le idee chiare. Monti ed i partiti che lo sostengono hanno qualche alibi in meno per traccheggiare.  

Utente

Compila il form e avrai tutte le informazioni che ti serviranno per diventare Socio Koine
La trasparenza delle spese e delle fonti di finanziamento è un fondamento della cultura di Koinè